giovedì 12 aprile 2012

Bach Guitar Duo in concerto domenica 15 aprile

Scuola di Musica "Miari" Belluno - Archivio di Stato di Belluno - Settimana della Cultura

Belluno, Archivio di Stato
Domenica 15 aprile 2012 - ore 18

Bach Guitar Duo
Florindo Baldissera - Vittorino Nalato

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Musica sacra per due chitarre

I. Corali organistici
Erbarm dich mein, o Herre Gott BWV 721
Nun komm, der Heiden Heiland BWV 661
Nun komm, der Heiden Heiland BWV 659

Sechs Chor‰le von verschiedener Art
BWV 645-650
Wachet auf, ruft uns die Stimme
Wo soll ich fliehen hin
Wer nur der lieben Gott l‰sst walten
Meine Seele erhebt den Herren
Ach bleib' bei uns, Herr Jesu Christ
Kommst du nun, Jesu, vom Himmel herunter
_____

II. Quattro Arie e un Corale

Wohl mir, da_ ich Jesum haben
(Corale dalla Cantata BWV 147)

Meine Jesu, ziehe mich nach dir
(Aria dalla Cantata BWV 22)

O Seelenparadie
(Aria dalla Cantata BWV 172)

Schafe kˆnnen sicher weiden
(Aria dalla Cantata BWV 208)

Erfullt ihr Himmlischen Gottlichen flammen
(Aria dalla Cantata BWV 1)


(trascrizioni di Florindo Baldissera)



Traduzioni
Erbarm dich mein, o Herre Gott: Signore Iddio abbi piet‡ di me; Nun komm, der Heiden Heiland: Vieni, Salvatore dei pagani; Sechs Chor‰le von verschiedener Art: Sei Corali di diverso tipo; Wachet auf, ruft uns die Stimme: Svegliatevi, la Voce ci chiama; Wo soll ich fliehen hin: Dove devo fuggire; Wer nur den lieben Gott l‰sst walten: Colui che lascia regnare solo l'amato Signore; Meine Seele erhebt den Herren: La mia anima magnifica il Signore; Ach bleib' bei uns, Herr Jesu Christ: Oh, resta con noi, Signore Ges_ Cristo; Kommst du nun, Jesu, vom Himmel herunter: Discendi, Ges_, dal cielo; Wohl mir, da_ ich Jesum haben: Bene per me, che ho Ges_; Meine Jesu, ziehe mich nach dir: Ges_ mio, stringimi a te; O Seelenparadies: O Paradiso dell'anima; Schafe kˆnnen sicher weiden: Le pecore possono pascolare al sicuro; Erf¸llet, ihr himmlischen gˆttlichen Flammen: Esaudite, voi divine fiamme celesti.

Bach Guitar Duo
Il Bach Guitar Duo Ë nato dall’idea di proporre pagine clavicembalistiche e organistiche bachiane e di autori coevi utilizzando le risorse dinamiche, timbriche ed espressive di due chitarre. Il senso di questa operazione si giustifica con l’esito musicale delle trascrizioni che risultano accresciute di una vivezza sonora resa possibile dal contatto diretto delle dita sulle corde e dalla separazione netta delle linee contrappuntistiche, senza intaccare la trama compositiva originale. Oltre ad aver intrapreso un felice percorso concertistico il Duo ha pubblicato i CD J.S. Bach, Preludi, Fughe & Corali (Velut Luna, 2009) e Obstinatum: Chaconnes & Pasacalles (Alchemistica, 2011) che stanno riscuotendo lusinghieri apprezzamenti dalla critica. Il programma odierno ricalca l'idea musicale del prossimo CD, in preparazione: J.S. Bach, Sacred Music for two Guitars.

Florindo Baldissera
Ha iniziato lo studio della chitarra, con Giuseppe Della Libera prima e poi con Vincenzo Saldarelli. Si Ë diplomato in chitarra con il massimo dei voti e la lode nel 1985, presso il Conservatorio di Mantova, e si Ë successivamente perfezionto con Alberto Ponce. Sempre accolto da generosi consensi dal pubblico e dalla critica ha tenuto concerti sia come solista che come solista con orchestra o in formazioni cameristiche, esibendosi con successo in prestigiosi teatri e sale da concerto, ospite di importanti Festival e Rassegne in vari paesi del mondo. Ha eseguito in prima assoluta opere di Gerald Garcia, Rosario Mirigliano, Vincenzo Saldarelli, Mauro Castellano, Massimo Sgargi, Giorgio Pressato, Marino Baldissera e Corrado Pasquotti, di cui ha registrato il CD monografico Silentia lunae con la flautista Federica Lotti e il pianista Mauro Castellano. Ha registrato per RAI-3, Sud-Deutsches Rundfunk, e 1_ e 2_ TV Duna Budapest. Ha pubblicato i “Tres Libros de musica” per vihuela di Alonso Mudarra per la casa editrice “Ut Orpheus” di Bologna. Nel 1997 ha ricevuto il premio Teatro Cadore. Suona in Duo stabilmente dal 1992 con Jeanne ChristÈe, violinista tedesca, con cui ha inciso 2 CD dedicati a musica italiana dell'Ottocento (Eisenkolb Musicproduction, Dresda). Fa parte del Fandango Guitar Quartet e collabora con le soprano Patrizia Vaccari, Pamela Hebert e Liana Maeran e con la flautista Federica Lotti. Svolge attivit‡ anche come vihuelista. E’ docente di chitarra al Conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia e in corsi di perfezionamento.

Vittorino Nalato
Vittorino Nalato ha studiato chitarra con Giuseppe Della Libera e, successivamente, con Gianfranco Volpato, diplomandosi con il massimo dei voti presso il Conservatorio Statale di Musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto (TV). Ha seguito corsi di perfezionamento, in qualit‡ di allievo effettivo, con i maestri Alirio Diaz, JosË Tomas e Ruggero Chiesa. E’ risultato vincitore al concorso nazionale di Abbiategrasso (MI) ed ai concorsi internazionali di Maccagno (VA) e Stresa (NO). Svolge attivit‡ concertistica, riscuotendo ovunque unanimi consensi di pubblico e di critica. Ha collaborato con diversi compositori (D. Anzaghi, P. Beraldo, L. Mosca, M. Peguri, D. Zanettovich) per la realizzazione di opere originali e trascrizioni per il proprio strumento. Con il quartetto chitarristico F. Moreno-Torroba ha inciso due CD (Rivo Alto-Ducale). Il primo, Colori e Danze del Novecento (1993), ha ottenuto positivi consensi dalla critica specializzata sia italiana che estera. Il secondo, Cantares Populares (2000), Ë stato effettuato in collaborazione con la soprano Francesca Scaini (vincitrice del V Concorso Internazionale “Maria Callas”) e la voce recitante Carlo Scalco. Il terzo CD (Nuova Era) Ë un lavoro monografico comprendente opere del compositore ungherese Ferenc Farcas. Collabora inoltre con la flautista Luisa Nalato e con il poeta Pierluigi Svaluto Moreolo. Ha fondato e diretto il Coro C.A.I. di Belluno dal 1993 al 2011; con questa compagine ha inciso il CD Sui Scalin... (Eco) ed ottenuto il 3_ premio assoluto alla IX edizione del Concorso nazionale corale “Soldanella”, tenutosi nel 2008 a Brentonico (Tn). Attualmente Ë direttore artistico del Coro Voci delle Dolomiti, di Belluno-Longarone. E’ titolare della cattedra di Chitarra alla Scuola Secondaria Statale di Primo Grado ad Indirizzo musicale “S. Ricci” di Belluno ed insegna presso la Scuola Comunale di Musica “A. Miari” (Dipartimento provinciale del Conservatorio di Musica di Vicenza) della stessa citt‡.
Posta un commento