mercoledì 30 ottobre 2013

Autunno caldo a Nord-Est, festival veneziano per la performance, Palazzo Pisani, 31-31 ottobre 2013

COLLETTIVO RITUALE 2013
AUTUNNO CALDO A NORD-EST
VENEZIA, PALAZZO PISANI
MERCOLEDI' 30 OTTOBRE 16.30-19.00
AULA 117 V PIANO

E(C)LECT(R)IC
RENAISSANCE


Download Podcast: Pat Metheny e Ornette Coleman in Song X


Download Podcast


Chi non conosce Pat Metheny? Quanti sanno che è un eccezionale chitarrista free jazz? Non molti forse ma Metheny non è solo un virtuoso della fusion e del jazz, ma un intrepido e coraggioso sperimentatore in grado di gettarsi in progetti innovativi e geniali. Ne è testimonianza questo Song X, disco realizzato nel 1985 assieme al grande maestro del free Ornette Coleman di cui ascolteremo la versione Twentieth Anniversary del 2005 che ospita 6 brani inediti in più rispetto agli 8 originali. Un grande disco di jazz, l'occasione per andare oltre a Last Train Home.


Who does not know Pat Metheny? How many know that is an outstanding free jazz guitarist? Not many perhaps, but Metheny is not only a fusion and jazz virtuoso, but a fearless and courageous experimenter can jump into innovative and ingenious projects. This record, Song X, could be a good testimony, record made in 1985 along with the great free jazz master Ornette Coleman, we will listen to the Twentieth Anniversary edition made in 2005 that features 6 songs more than the original 8. A great jazz record, the opportunity to go over to Last Train Home.

FORLÌ: 104,5 Mhz

(Forlì, Cesena e Ravenna)

Via Curiel 53 - 47100 Forlì
Telefono & Fax 0543 414312
forli@radiovocedellasperanza.it




martedì 29 ottobre 2013

Lorenzo Micheli in Concerto

Giovedì 31 ottobre 2013, ore21
Recital del chitarrista

LORENZO MICHELI
 
presso SHERATON NICOLAUS  –  BARI


in programma musiche di : Frank Martin , M.Castelnuovo Tedesco, Ferdinand Rebay

Lorenzo Micheli
-    definito “l’esecutore ideale dello strumento” , che vanta negli ultimi 
     quindici anni, un’attività artistica che conta oltre cinquecento concerti – come solista, in duo e con 
     orchestra – lo ha portato in quasi tutti i paesi europei, in centocinquanta città di Stati Uniti e Canada, in
     Africa, in Estremo Oriente e in America Latina. Lorenzo tiene regolarmente masterclass per Università e
     Festival americani ed europei, ha registrato per radio e televisioni di quattro continenti e pubblicato
     saggi e contributi su riviste specializzate italiane e straniere
Organizzato da
ASSOCIAZIONE CULTURALE E MUSICALE DE FALLA - BARI
Info Tel : 339.89.35.624 - 347.60.52.769Visita il Sito : www.orchestradichitarredefalla.it     

lunedì 28 ottobre 2013

Autunno caldo a Nord-Est, festival veneziano per la performance, Palazzo Pisani, 31-31 ottobre 2013

Autunno caldo a Nord-Est, festival veneziano per la performance, Palazzo Pisani, 31-31 ottobre 2013


ho il piacere di segnalare Autunno caldo a Nord-Est – http://www.conseve.net/evento.html?ID=224 – festival dedicato alla performance che si svolgerà a Venezia in Palazzo Pisani mercoledì 30 e giovedì 31 ottobre 2103. Per il secondo anno consecutivo, il festival vede la luce come progetto d'istituto coordinato da Riccardo Vaglini nell'ambito delle attività di produzione del conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. 

Ingresso libero fino a esaurimento posti. Info 041.5225604






domenica 27 ottobre 2013

Pat Metheny & Ornette Coleman "Kathelin Gray" Song X

Guitars Speak terzo anno: Pat Metheny e Ornette Coleman in Song X



Mercoledì sera alle 21 su Radio Voce della Speranza

Chi non conosce Pat Metheny? Quanti sanno che è un eccezionale chitarrista free jazz? Non molti forse ma Metheny non è solo un virtuoso della fusion e del jazz, ma un intrepido e coraggioso sperimentatore in grado di gettarsi in progetti innovativi e geniali. Ne è testimonianza questo Song X, disco realizzato nel 1985 assieme al grande maestro del free Ornette Coleman di cui ascolteremo la versione Twentieth Anniversary del 2005 che ospita 6 brani inediti in più rispetto agli 8 originali. Un grande disco di jazz, l'occasione per andare oltre a Last Train Home.

Wednesday evening at 9 PM on Radio Voce della Speranza

Who does not know Pat Metheny? How many know that is an outstanding free jazz guitarist? Not many perhaps, but Metheny is not only a fusion and jazz virtuoso, but a fearless and courageous experimenter can jump into innovative and ingenious projects. This record, Song X, could be a good testimony, record made in 1985 along with the great free jazz master Ornette Coleman, we will listen to the Twentieth Anniversary edition made in 2005 that features 6 songs more than the original 8. A great jazz record, the opportunity to go over to Last Train Home.

FORLÌ: 104,5 Mhz

(Forlì, Cesena e Ravenna)

Via Curiel 53 - 47100 Forlì
Telefono & Fax 0543 414312
forli@radiovocedellasperanza.it








mercoledì 23 ottobre 2013

Juan Carlos Laguna - Elogio de la Danza (Leo Brouwer)

Download Podcast: i Dialogos di Juan Carlos Laguna e Norio Sato

Download Podcast


Disco prezioso di musica contemporanea questo realizzato in duo dal messicano Juan Carlos Laguna e dal giapponese Norio Sato. Due musicisti profondamente diversi tra loro che interpretano musiche di compositori contemporanei Giappone e messicani in un amalgama quanto mai curioso e stimolante. Puntata imperdibile per chi ama la musica di Toru Takemitsu.


This evening we will listen to a valuable record of contemporary music that made ​​by the Mexican Juan Carlos Laguna and Japanese Norio Sato. Two musicians who play in widely styles passages by Japanese and Mexican contemporary composers creating an  ever curious and inspiring amalgam. A must episode for those who love the music of Toru Takemitsu.

FORLÌ: 104,5 Mhz

(Forlì, Cesena e Ravenna)

Via Curiel 53 - 47100 Forlì
Telefono & Fax 0543 414312
forli@radiovocedellasperanza.it



martedì 22 ottobre 2013

Ensemble Phoenix Basel in concert

Ensemble Phoenix Basel                                                    logo phoenix  
phoenix
Mittwoch, 30. Oktober 2013, 20.00 Uhr, Marianischer Saal Luzern (Bahnhofstrasse 18)  

Freitag, 1. / Samstag, 2. November 2013, 20.00 Uhr, Gare du Nord Basel
Programm:Beat Furrer (*1954): linea dell'orizzonte für Ensemble (2012)

Alfred Knüsel (*1941): Aspekte - Spuren - Symbole Musik für acht Instrumente (2012, UA)

Mischa Käser (*1959): nebul für Flöte, Klarinette, Posaune und Streichtrio (2000)

Ensemble Phoenix Basel:
Leitung: Jürg Henneberger
Flöte: Christoph Bösch
Klarinette/Bassklarinette: Toshiko Sakakibara
Trompete/Piccolotrompete: Max Asselborn
Posaune: Kevin Austin
Akkordeon: Jürg Luchsinger
Schlagzeug: Daniel Buess, Daniel Stalder
E-Gitarre: Maurizio Grandinetti
Klavier: Helena Bugallo
Violine: Friedemann Treiber
Viola: Jessica Rona
Violoncello: Beat Schneider
Kontrabass: Clara Gervais

  
Drei Schweizer Komponisten tragen zum Saison-Eröffnungskonzert des Ensemble Phoenix Basel bei. Mit einer "linea dell'orizzonte", einer unverstellten Horizontlinie sind wir hierzulande im Anblick von Alpen und Reihenhäusern vielleicht weniger vertraut. Aber darum geht es Beat Furrer in seinem Stück auch nicht, sondern um das "Phänomen des Verdoppelns" und "Verzerrens in einem Schattenbild". Man darf als Hörer/in solche Formeln durchaus hinterfragen, auch wenn sie vom Komponisten stammen. In dem bei Furrer stets sehr komplexen Ineinandergreifen von Instrumentalstimmen lässt sich die Bezeichnung einer Verdoppelung nicht nur im Sinne der Stimmführung erhellen (und erhören), sondern ebenso im Verweis auf zwei Zustände (Original und Verzerrung), die kaum einfach zu trennen sind - ähnlich dem Schatten als verzerrter Begleiter aufrechten Fortschreitens.
Nicht unvertraut dürfte die Schweizer Landschaft und Klanglandschaft, angesichts ihrer vielfältigen Nebelformen mit nebul sein, so der Titel von Mischa Käsers rund dreissigminütigem "Doppeltrio" (Flöte, Klarinette, Posaune und Streichtrio). Es ist der Tessiner Novembernebel, dem Käser Konturen und schemenhafte Anti-Konturen entnimmt. Daraus werden Klangvorstellungen, Nebelbilder, die aber auch von schnellen Bläserfiguren allem Schemenhaften wieder entrissen werden. Im Grunde "hat das auch gar nicht eigentlich mit Nebel zu tun", meinte der Komponist kürzlich in einem Radio-Interview, zumindest nicht im Sinne einer einzigen kontinuierlichen Atmosphäre. Vielmehr ähnelt das in die Teile "November 1-7" aufgeteilte Stück kompositionstechnischen Studien, die sich etwa auf Tonalität als Grundierung, auf die Kombination rhythmisch unabhängiger Stimmen oder die Integration musikalischer Zitate (ein Beispiel ist Purcells Choral "We are the spirits of the air") beziehen.
Abstraktere, aber vielleicht auch nicht auf das bloss Eindeutige festgelegte Figuren und Spuren wird Alfred Knüsel mit seinem neuen Stück Aspekte - Spuren - Symbole suchen und vorstellen. Mit den drei Grundelementen von Leere, Linie und Fläche gestaltet Knüsel die Binnenstruktur der drei Sätze, also den Mitteln von Pause, Melodielinie und Klangfläche. Diese stehen weder für sich alleine, noch sind sie als solche wahrnehmbar, denn erst ihr gleichwertiges Zusammenwirken schafft die strukturelle und perzeptive Einheit des Stücks.

Text: André Fatton
  
Vorschau:
Sonntag, 17.11.13, Tonhalle, Grosser Saal, Tage für neue Musik Zürich, Werke von Víctor Adán, Nicolas Tzortzis, Alex Buess (UA), Ying Wang 
22.11.-1.12.2013 Russland-Tour    
Ensemble Phoenix Basel Website
Gare du Nord Basel

Corde d'autunno 2013 primo appuntamento

IV Festival Corde d'autunno
www.cordedautunno.it

Pieghevole - Manifesto - Volantino
 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti! prenota il tuo posto!
 

Venerdì 25 ottobre 2013 ore 16:40 

Museo Strumenti Musicali del Castello Sforzesco

Concerto e Presetazione del Festival

a cura di Marco Ramelli

Verrà illustrata la programmazione del festival
seguirà un breve concerto su una chitarra
Antonio Monzino del 1967

 

Domenica 27 ottobre 2013 ore 18:00 teatro Centro Asteria

Concerto di

Emanuele Buono

prenota il tuo posto!


E' possibile cenare dopo il concerto, insieme all'artista e tutto lo staff del Festival, nel bellissimo ristorante La Brioschina (a pochi passi dal Centro Asteria) con un menù degustazione di 20 euro.
per prenotazioni info@cordedautunno.it


Domenica 27 ottobre 2013 ore 15:00

 mostra di liuteria 


Programma del Festival

Concerti ad ingresso libero!
venerdi 25 ottobre ore 16:40
Concerto e presentazione del Festival al Castello Sforzesco
In collaborazione con la Fondazione Antonio Monzino
domenica 27 ottobre ore 18:00 Emanuele Buono
sabato 9 novembre ore 18:00 Marcin Dylla
domenica 10 novembre Masterclass Marcin Dylla
sabato 30 novembre ore 18:00 Jonathan Leathwood
domenica 1 dicembre Masterclass Jonathan Leathwood


 
 
 

domenica 27 ottobre ore 18:00

Emanuele Buono



sabato 9 novembre ore 18:00

sabato 30 novembre ore 18:00

Jonathan Leathwood
domenica 1 dicembre masterclass

lunedì 21 ottobre 2013

Elena Casoli in "HAIKUS and MITHOS"



Domani Martedì 22 Ottobre alle 21 all'Auditorium del Conservatorio "G. Cantelli" di Novara 
Elena Casoli in "HAIKUS and MITHOS"

Elena Càsoli
Classical and Electric Guitars

Luca Mosca Da 11 Studi per Chitarra (2000):
(1957)
Quinte Giuste
The Waves
Napolitana
Sonorità Opposte
The Bells

Sylvano Bussotti Ermafrodito
(1931) Fantasia Mitologica per Chitarra (1999)

Carlo Boccadoro Il Libro dei Volti
(1963) Cinque Haiku per Chitarra (2012)

Luciano Chessa Amadou
(1971) da un T'ang di Uchechi Kalu (2008)

John Zorn Studies from:
(1953) The Book of Heads (1978) 

Attraverso i Secoli e RossiniMania di Eugenio Della Chiara



23 anni e già due dischi all'attivo, non male direi. Interessante anche il curriculum: ha intrapreso lo studio della chitarra all’età di 8 anni sotto la guida della Prof.ssa Simona Barzotti. Nel 2002 incontra il Maestro Piero Bonaguri, di cui segue i corsi presso la Scuola Grande “San Filippo” di Faenza. Nel 2009 consegue la maturità classica con lode. Nel 2010 si diploma in chitarra con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Gioachino Rossini” di Pesaro, sotto la guida del Maestro Giuseppe Ficara.
E lì inizia la sua carriera, che si divide tra repertorio classico e la ricerca di nuove idee, sonorità possibilità. Una carriera ben testimoniata da questi due cd, così simili ma anche diversi tra loro.


Cominciamo con la sua opera prima "Attraverso i Secoli Omaggio a Andres Segovia", opera già matura che testimonia una buona conoscenza del repertorio classico unita allo stesso tempo a una naturale tendenza alla ricerca di nuovi territori. Il cd è infatti "trasversale" attraverso i secoli, si parte dalla "Frescobalda" di Girolamo Frescobaldi per arrivare alla Ciaccona di Paolo Ugoletti e al Frammento C di Pippo Molino.
Un ideale recital discografico che si muove tra le opere di Fernando Sor, Isaac Albeniz, Torroba e Mario Castelnuovo Tedesco. Niente di strano dite? Può darsi, l'inizio ideale per chi è fresco di Conservatorio e vuole dimostrare una certa competenza  nell'interpretazione del repertorio tradizionale .. però .. però se guardiamo la copertina del cd ci accorgiamo che c'è qualcosa di insolito.
Normalmente questo tipo di cd mostra nella cover rassicuranti immagini tardo romantiche di improbabili signore in atteggiamenti languidi o disegni, schizzi di chitarre inneggianti a un'epoca mai esistita e definitivamente perduta, qui invece abbiamo la foto di una scultura moderna "L'uomo nel canneto" di Giuliano Vangi, una figura pensosa, inquieta, forse preoccupata, dagli occhi spalancati e decorati come le antiche sculture greche ripresa nell'atto di camminare, davanti a se la luminosa tranquillità di un orizzonte sconfinato. Ed è forse questa la possibile chiave di lettura poetica di questo cd, un uomo all'inizio di un percorso che è sia di vita che artistico, che guarda con occhi sgranati un orizzonte di possibilità infinite... ma forse sto divagando ... mi sto lasciando prendere dall'ascolto peraltro contraddistinto da una qualità audio impeccabile e da un libretto bellissimo di 32 pagine con le note curate dal Maestro Roberto Andreoni.


Diverso il successivo RossiniMania. qui ci troviamo di fronte a un salto di qualità, sia in termini puramente musicali che culturali. Se il primo era stato un ottimo cd di esordio, qui Eugenio Della Chiara dimostra non solo una migliore espressione musicale ma soprattutto il desiderio di non volersi ripetere e di cercare idee, soluzioni, sensazioni e repertori nuovi. Bella l'idea di "ripescare" le idee di Rossini facendole rileggere in chiave contemporanea da compositori come Davide Anzaghi, Marco Reghezza, Roberto Tagliamacco, Pippo Molino, Alessandro Spazzoli e Paolo Ugoletti. Il risultato è un opera matura e intelligente, inaspettata da parte di un giovane che ha da poco lasciato il Conservatorio e che è alla ricerca di una sua identità artistica specifica. Il cd riflette questo che alla fine è più la dimostrazione di un salto culturale e mentale che non una "semplice" esemplificazione di una acquisizione di una maggiore abilità tecnica e virtuosistica. La copertina non mostra statue in cammino ma la rosetta di una chitarra attraversata da corde di vari colori, come giustamente è colorata e melodica la musica di Rossini, ma l'impronta ... è moderna, è contemporanea, è nuova. Si sarebbe potuto ottenere lo stesso gioco con una interpretazione delle Rossiniane di Mauro Giuliani? Non credo. Sarebbero state inadatte allo scopo di questo disco, bella invece la scelta della Grande Sonata Op. 39 di Paganini, giusta cesura metrica, pausa di riflessione messa al centro del cd.

domenica 20 ottobre 2013

Kazuo Imai (今井和雄) and Norio Sato (佐藤紀雄) duet at Guitaristival, Roppongi SuperDeluxe, Tokyo, 28 June 2009

Guitars Speak terzo anno: i Dialogos di Juan Carlos Laguna e Norio Sato



Mercoledì sera alle 21 su Radio Voce della Speranza

Disco prezioso di musica contemporanea questo realizzato in duo dal messicano Juan Carlos Laguna e dal giapponese Norio Sato. Due musicisti profondamente diversi tra loro che interpretano musiche di compositori contemporanei Giappone e messicani in un amalgama quanto mai curioso e stimolante. Puntata imperdibile per chi ama la musica di Toru Takemitsu.

Wednesday evening at 9 PM on Radio Voce della Speranza

Wednesday evening we will listen to a valuable record of contemporary music that made ​​by the Mexican Juan Carlos Laguna and Japanese Norio Sato. Two musicians who play in widely styles passages by Japanese and Mexican contemporary composers creating an  ever curious and inspiring amalgam. A must episode for those who love the music of Toru Takemitsu.

FORLÌ: 104,5 Mhz

(Forlì, Cesena e Ravenna)

Via Curiel 53 - 47100 Forlì
Telefono & Fax 0543 414312
forli@radiovocedellasperanza.it







venerdì 18 ottobre 2013

Piccolo Ensemble Elettroacustico, OSTinLOOP “a tribute to Morricone”


Dear Maestro Morricone

I know that you are always very busy. Despite your old age You continuous to give us every year new music and new emotions nearly feeding a boundless discography as it is testified by the list of OST composed by you, always adjourned on your internet website.
The point is that, dear Maestro, You have become a myth, your music will survive to your person keeping on marking in indelible way new generations music and cinema’s lovers, and keeping on inspiring new generations of musicians and composers. How did you succed in this? How is possible that you have met and make acceptable and agreeable contemporary music to legions of people that have never entered a concert hall and that rarely buy a cd?
A great talent, the ability to create some catchy and simple motives back which to hide a not common musical complexity, an explosive creativeness fed with discipline and daily laboriousness. I believe you are current of the fact, dear Maestro, that in the last years around You is exploded a real record cult: reprints and above all homages and remixes of your works starting from that masterpiece that it was "The Big Gundown" by John Zorn. From there in then Dj, jazz players, classical orchestras, underground and alternative rockers, all of them, have homaged you with a recording, a cd, at least a concert in your honor. For some time I have also tried to be work behind this record-demografic explosion.. then I have capitulated for excess of inflation.
Today, however I allow myself to show you this cd by the Piccolo Ensemble Elettroacustico, the trio formed by Elia Casu (guitars and electronics), Matteo Muntoni (bass and prepared bass) and Stefano Vacca (drums, percussion). And it's a beautiful job: three excellent musicians that elaborate re-play again your music with a grim and non common intelligence. They are indeed first of all three excellent musicians, not afraid of anybody or anything and then .. I would not want to exaggerate for excess of guitar enthusiasm but their trascriptions of your music have more gain.
For instance let’s get their version of “Here's to you”.. they have thickened it into a Naked City’s march style of one minute and forty, without the (I would say this without being offensive) melodious and annoying vibrato in hippy 60’s years style of Mrs Baez and what about the arrangements by " Il buono, il brutto e il cattivo”? And Vanzetti's speech? And "For a fist of dollars?" Not so bad isn’t it? With that saturated and distorted guitar and the drums that runs better than one hundred drums machine set on drum & bass rhythms, beautiful, saturated by sounds, swaying on a carpet of white noise that, perhaps, remanin you to the period witch you were playing in the period in Nuova Consonanza. Beutiful, indeed beautiful the idea to replay with a spoken word the scenes of the films, anchoring this homage to a kinematic idea, elaborating again but without never betraying the melodies for which they were born. Indeed a beautiful cd, Maestro, you have worked so hard, an indefatigable life of job, I think it will be a pleasure for you to listen to this tribute and to feel that someone continues on the way you have traced.

giovedì 17 ottobre 2013

Henry Kaiser Interviews Derek Bailey



A great interview of Derel Bailey made by Henry Kaiser!

 Derek Bailey was interviewed by Henry Kaiser on October 21, 1975 at Bailey’s home in London. The interview was transcribed and edited by Henry Kuntz, with final alterations made by Derek Bailey.

Link: http://bells.free-jazz.net/bells-part-two/derek-bailey-the-interview-london-1975/

mercoledì 16 ottobre 2013

Download Podcast: La Guitare et L’Organiste, Laura Mondiello plays Cèsar Franck



Download Podcast


Chitarrista classica eccezionale Laura Mondiello ci regala una sua personale incisione discografica con la italiana Stradivarius, interpretando le trascrizioni delle musiche per organo del compositore belga Cèsar Franck. Un nuovo prezioso capitolo nel repertorio della sei corde classica, una nuova dimostrazione di bravura per una chitarrista davvero eccellente.


Laura Mondiello, exceptional italian classical guitarist,  gives us a personal recording with the Italian Stradivarius label, interpreting the transcripts of the music for organ of the Belgian composer Cesar Franck. A valuable new chapter in the repertoire of the classical six-string, a new demonstration of the skills for a really excellent guitarist.

FORLÌ: 104,5 Mhz

(Forlì, Cesena e Ravenna)

Via Curiel 53 - 47100 Forlì
Telefono & Fax 0543 414312
forli@radiovocedellasperanza.it



martedì 15 ottobre 2013

Frammenti prove tecniche per un programma sulla chitarra


Ascoltate e scaricate il nuovo podcast di Frammenti, programma radio sulla chitarra, in onda su Radio Kairos, quinta stagione.

San Giacomo guitar festival

Podcast Link: http://frammenti.podomatic.com/entry/2013-10-14T02_09_15-07_00

Radio Kairos Link:  http://www.radiokairos.it/?page_id=5

Frammenti Blog Link: http://radioframmenti.blogspot.it/

Matteo Muntoni- Caravaggio (Promo)




Matteo Muntoni: contrabbasso, basso acustico. ; composizioni,
Francesco Ganassin: clarinetti; ocarina,
Enrico Cocco: violoncello,
Elia Casu: chitarre acustiche ed elettriche,
Andrea Ruggeri: batteria e percussioni

Matteo Muntoni "Caravaggio"

1.Bacco 0:12 
2. Salomè 1:23
3. Caraggio's suite 2:39
4. Canestro di frutta -- Nessuna speranza nessuna paura 4:47
5. Ragazzo morso da ramarro 5:58
6. Davide e Golia 7:00
7. Vocazione di San Matteo 8:05
8. I bari 8:49
9. Nessuna speranza nessuna paura -- reprise

lunedì 14 ottobre 2013

Tim Sparks Shows in Italy October 15, 16, 18


October 15 BOLOGNA:
Tim Sparks, guitar and Paolino Dalla Porta, bass
VENUE: CANTINA BENTIVOGLIO (VIA MASCARELLA)
CONCERT START AT: 22:15
venue: +39 051 265416

October 16 MAROSTICA:
Tim Sparks and Paolino Dalla Porta
VENUE: PANIC JAZZ CLUB
CONCERT START AT: 21:15
venue: +39 0424 281194

October 18 VERONA
Tim Sparks solo guitar
La Fontana Ai Ciliegi - October 18th
Via Valpolicella, 84, 37029 San Pietro in Cariano, Italy
045 8345979

Recensione di Caravaggio di Matteo Muntoni, Improvvisatore Involontario



Che vita quella di Caravaggio. Trentanove anni passati tra arte, amori, zuffe, depistagli, sregolatezze, perfino la condanna per un omicidio e la fuga perpetua per evitare la decapitazione. Da una vita così uno potrebbe aspettarsi un disco a dir poco nervoso, ma così non è. Questo disco non è figlio del Caravaggio uomo, di cui alla fine poco ci importa, ma dell’Artista, del genio assoluto, della vertigine creativa, del lirismo e della drammaticità pittorica per eccellenza.
Che importa cos'era l’uomo dopo così tanto tempo, l’uomo è carne, è ossa e alla fine è polvere, forse ricordo, forse maledizione. Ma l’artista, l’artista rimane, rimangono i suoi segni, la sua arte, la sua bravura, il suo saper cogliere e rappresentare la vita, il suo saper congelare le sue emozioni interne per continuare a emozionare noi, noi che di lui nulla sappiamo se non quello riportato nei libri di storia. Ecco, sì, le emozioni, perché alla fine cosa altro conta? Cosa può superare il tempo e i secoli se non le emozioni? Sono loro la misura di un artista, le emozioni e la poesia che egli ha saputo tramandare nel tempo, costringendo il tempo a rendergli omaggio, a accettarne la sconfitta, a dichiararlo immortale, eterno tra gli uomini.
Ed è forse questa l’idea alla base di questo disco, Caravaggio, disco che non so definire jazz, ma poetico, coraggioso, melodico, drammatico e lirico sì. Un Ensemble dotato di rara e raffinata integrazione e unione, Matteo Muntoni al comando coi suoi contrabbasso e basso elettrico, Francesco Ganassin, delicato e ispirato al clarinetto e all'ocarina, Enrico Cocco, meditabondo e sognante al violoncello, Andrea Ruggeri, scoppiettante alla batteria e percussioni, Elia Casu, nervoso, inquieto e tormentato alla chitarra.
Ogni brano, il titolo di un dipinto, ogni brano, pensieri, riflessioni, intuizioni, ispirazioni …. poesie. Da lasciarsi ammaliare, senza nessuna speranza, senza nessuna paura.

domenica 13 ottobre 2013

Guitars Speak terzo anno: La Guitare et L’Organiste, Laura Mondiello plays Cèsar Franck



Mercoledì sera alle 21 su Radio Voce della Speranza

Chitarrista classica eccezionale Laura Mondiello ci regala una sua personale incisione discografica con la italiana Stradivarius, interpretando le trascrizioni delle musiche per organo del compositore belga Cèsar Franck. Un nuovo prezioso capitolo nel repertorio della sei corde classica, una nuova dimostrazione di bravura per una chitarrista davvero eccellente.

Wednesday evening at 9 PM on Radio Voce della Speranza

Laura Mondiello, exceptional italian classical guitarist,  gives us a personal recording with the Italian Stradivarius label, interpreting the transcripts of the music for organ of the Belgian composer Cesar Franck. A valuable new chapter in the repertoire of the classical six-string, a new demonstration of the skills for a really excellent guitarist.

FORLÌ: 104,5 Mhz

(Forlì, Cesena e Ravenna)

Via Curiel 53 - 47100 Forlì
Telefono & Fax 0543 414312
forli@radiovocedellasperanza.it






sabato 12 ottobre 2013

Festival Corde d'autunno



COMUNICATO STAMPA FESTIVAL CORDE D'AUTUNNO
Milano ottobre-dicembre 2013

 Anche quest'anno torna il Festival Corde d'autunno alla sua quarta edizione al Centro Asteria di Milano, sotto la direzione artistica di Marco Ramelli.

A partire da fine ottobre si terranno infatti concerti, masterclass, seminari e laboratori orchestrali in grado di coinvolgere professionisti, studenti e semplici appassionati provenienti da tutta Italia.
Il Festival verrà inaugurato venerdì 25 ottobre alle ore 16:40 al Museo degli strumenti musicali del Castello Sforzesco di Milano, con un concerto su chitarre d'epoca e la presentazione del programma di quest'anno.
Come sempre  Corde d'Autunno potrà fregiarsi della partecipazione di artisti del calibro di Emanuele Buono (27 ottobre), Marcin Dylla (9 novembre) e Jonathan Leathwood (30 novembre) che si esibiranno in concerti ad ingresso libero con programmi molto accattivanti ed originali. A seguire gli artisti terranno masterclass e seminari.
A concludere la manifestazione, salirà sul palco l’orchestra di chitarre del Festival formata da studenti provenienti dalle più variegate realtà didattiche non solo di Milano e hinterland ma dell’intera Lombardia. Quest' ultima iniziativa è stata fortemente voluta dal team organizzativo, costituito interamente da giovani musicisti che hanno voluto riservare un importante spazio di espressione anche ai numerosi studenti partecipanti.  

Oltre ai concerti, il Festival riconosce grande importanza alla liuteria, organizzando per tutta la durata dell' evento mostre e dimostrazioni che ospiteranno alcuni tra i più rappresentativi artigiani del settore.
Un valore aggiunto del Festival è la partecipazione e la collaborazione di giovani musicisti che con la loro dedizione e il loro impegno sono riusciti a creare uno degli appuntamenti più ricchi e significativi a livello nazionale.

Sensibile anche alla causa ecologica, Corde d'autunno incentiva il trasporto ecosostenibile attraverso le due iniziative “Ciclo Caffè” e “Music bus”. Per maggiori informazioni è disponibile online il sito www.cordedautunno.it

venerdi 25 ottobre ore 16:40
 Concerto e presentazione del Festival al Castello Sforzesco
In collaborazione con la Fondazione Antonio Monzino

domenica 27 ottobre ore 18:00
Emanuele Buono

sabato 9 novembre ore 18:00
Marcin Dylla
domenica 10 novembre
Masterclass di Marcin Dylla

sabato 30 novembre ore 18:00
Jonathan Leathwood
domenica 1 dicembre
Masterclass di Jonathan Leathwood

venerdì 11 ottobre 2013

Conferenza Concerto Bruno Giuffredi



Domenica 13 ottobre ore 12.30
Museo San Rocco  -  Fusignano (RA)

Via Vincenzo Monti, 5
per informazioni: 0546/061960 - 3391121551
 
 
 
Bruno Giuffredi, conferenza - concerto
”Le chitarre di Pietro Gallinotti”
Presentazione DVD+CD
Bruno Giuffredi plays guitars made by Pietro Gallinotti
Musiche di: J. S. Bach, F. Tarrega, J. Turina, H. Villa-Lobos
1933 n. 5 Chitarra in abete (costruita per Pietro Volpini)
1952 Chitarra in cedro (Vincitrice concorso di liuteria, Torino 1952)

giovedì 10 ottobre 2013

NUNC all'Aula Magna dell'Università "La Sapienza" di Roma - 11 ottobre 2013


“Il giorno Venerdì 11 Ottobre 2013, alle ore 21,00,  nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università “La Sapienza” di Roma, avrà luogo il concerto “Ricordando Goffredo Petrassi…”, in occasione del decennale della scomparsa del grande Maestro.
In tale occasione verranno eseguiti brani di Goffredo Petrassi (per chitarra, per voce e pianoforte, per orchestra)  e di suoi allievi (G. Guaccero, A. Gentile, F. Razzi,  E. Morricone).
Il chitarrista Michele Greci eseguirà NUNC (1971) di Goffredo Petrassi, con la chitarra di sua ideazione.
Ingresso libero.”