martedì 22 settembre 2015

PLATERO Y YO Vanessa Gravina, voce recitante Claudio Piastra, chitarra




Conservatorio di Musica BENEDETTO MARCELLO di Venezia
venerdi 25 settembre 2015 - ore 20

PLATERO Y YO
testi di J. R. Jiménez
musiche di M. Castelnuovo Tedesco
Vanessa Gravina, voce recitante
Claudio Piastra, chitarra

“Ma ci saranno ancora degli asini a Moguer? Probabilmente questa è la domanda che si faranno oggi i lettori di Platero y Yo del grande poeta in ombra , Juan Ramòn Jiménez (Premio Nobel per la letteratura 1956). Moguer è il paese dove è nato l’ autore, Platero è l’ asino più famoso della poesia del Novecento. Più che un divertimento, il libro lentamente maturato per molti anni, dal 1907 al 1916 (data della pubblicazione) è il ritratto interiore di un lirico che aveva fatto della continua interrogazione della vita e del mondo la sua regola. A ben guardare, più che di un monologo poetico, si tratta di un dialogo fra il poeta e la natura......…….. Il poeta si serve dell’ asino per entrare nel mondo della natura e conoscere la natura dell’ uomo, a cominciare da se stesso....” ( Carlo Bo introduzione ad edizione italiana 1991 - Passigli Editori) 
L’ esecuzione del melologo è una selezione dei più suggestivi brani tratti dai 28 che compongono l’opera omonima, scritta dal compositore fiorentino Mario Castelnuovo Tedesco (1895-1968), a due anni dalla morte del poeta, nel 1960. Autore prolifico e di grande talento, sue sono alcune delle composizioni più importanti del repertorio chitarristico novecentesco. Platero y yo spicca per singolarità essendo concepita per voce recitante e chitarra, un vero e proprio duo, dove la parola viene trattata anche sotto l’ aspetto musicale, con una precisa scansione nel tempo, fino a creare un affascinante, quanto complesso intreccio tra le parti. La lettura musicale, complicata ma allo stesso tempo scorrevole, a volte si sofferma sulla descrizione degli eventi, altre volte sugli umori o stati d‘animo che questi provocano, esaltando alla fine del percorso il rapporto intimo, e alla pari, tra i due protagonisti compagni di “viagg io”.
Non ci si aspetti quindi un sottofondo musicale, magari d’ impronta spagnola come la nazionalità del poeta farebbe supporre, né tanto meno una mera descrizione a programma del testo, ma, se ci è concesso il suggerimento si provi ad ascoltare l’ opera con lo spirito suggerito dall’ autore del testo: 
“questo non è un libro per bambini ma forse, per uomini bambini” . Dunque a questa età d’oro, che è come un’ isola spirituale caduta dal cielo, si volge il cuore del poeta e ci si trova così bene che il suo più gran desiderio sarebbe di non doverla mai più abbandonare.”
Claudio Piastra

PROGRAMMA

  • PLATERO: Allegretto molto mosso, trottando
  • EL POZO: Lento, misterioso
  • LA ARRULADORA: Tempo di Ninna Nanna
  • LOS GITANOS: Tempo di Habanera
  • RONSARD : Andantino grazioso
  • EL CANARIO VUELA: Molto moderato, ma leggero e volante
  • IDILIO DE NOVIEMBRE: Quieto, dolce e tenero
  • GOLONDRINAS : Vivace leggero e volante
  • LA FLOR DEL CAMMINO: Lento, quieto e semplice
  • LA MUERTE: Moderato, ma deciso e sinistro
  • MELANCOLIA : Andantino elegiaco
  • A PLATERO EN EL CIELO DE MOGUER: Lento e meditativo
---------------------

INGRESSO LIBERO SINO AD ESAURIMENTO POSTI
_____________________

Curriculum artisti

VANESSA GRAVINA
Debutta all’età di sei mesi in un carosello della Plasmon diretto dai fratelli Taviani.
E’ l’inizio di una carriera, a Milano, che la vede protagonista di testimonial e interprete di pubblicità. Vogue, Rakam, Grazia, Capital, Class l’hanno ritratta più volte in copertina, mentre Richard Avedon, Jilles Tapie, Fabrizio Ferri, Angelo Frontoni, Oliviero Toscani sono alcuni tra i fotografi che l’hanno avuta davanti all’obiettivo. Nel 1980 debutta, negli studi RAI di Milano, nella trasmissione radiofonica intitolata “Torno Subito”, ideata da Diego Cugia e Massimo Catalano. Tra gli interpreti Lella Costa, Angela Finocchiaro e Antonio Catania. Nel 1985 esordisce sul grande schermo con il film “Colpo di Fulmine”, regia di Marco Risi, nomination al Nastro d’Argento come migliore attrice protagonista. Subito dopo è la volta de “I due fratelli”, TV movie diretto da Alberto Lattuada e di “Fuori Scena“, di Enzo Muzii con Valeria Moriconi. Successivamente è interpret e del film “Maramao” (1987), sceneggiatura di Sandro Veronesi, prodotto da Francesco Nuti e diretto da Giovanni Veronesi. Segue il film a episodi “32 dicembre” (1988), diretto e sceneggiato da Luciano De Crescenzo. Diventa nota al pubblico televisivo nel 1987 anno in cui, accanto a Gianni Morandi e Catherine Spaak, interpreta la serie “La voglia di Vincere”, regia di Vittorio Sindoni. Segue, nel 1988, la serie per Mediaset “Don Tonino”. Subito dopo è la volta de “La Piovra 4” (1989) e “La Piovra 5” (1990), entrambe dirette da Luigi Perelli, con Michele Placido, Remo Girone e Vittorio Mezzogiorno. Nel 1991 Giorgio Strehler la dirige nel ruolo di Hilde nella “La Donna del Mare” di Henrik Ibsen, al Piccolo Teatro di Milano, regia firmata anche da Henning Brockhaus. Fa seguito “Nella città l’inferno”, dall’omonima sceneggiatura di Suso Cecchi d’Amico, adattamento di Dacia Maraini e regia di Francesco Tavassi. Nel 1993 è tra gli interpreti del film “Abbronzatissimi 2” a cui fanno seguito “Dietro la pianura“, con Claudio Bisio, e “Italiani” (1996) di Maurizio Ponzi, menzione speciale al Festival di Berlino; tra gli interpreti Ivano Marescotti e Roberto Citran.
Nel 1998 per Canale 5 gira il TV movie “Come quando fuori piove” e il film “Milonga”, regia di Emidio Greco, accanto a Carlo Cecchi e a Giancarlo Giannini. Nel 1999, in Francia, interpreta insieme a Gad Elmaleh la commedia cinematografica “Le gens en maillot de bain“, di Eric Assous. Successivamente è la volta del film “Rien que du bonheur“, diretto da Denis Parent. Nel 2000 torna in Italia per girare la serie “Ricominciare” e il tv movie “Gioco a incastro”. Nel 2001/2002 è interprete della quarta e quinta stagione della serie “Incantesimo”. Grolla d’Oro come migliore attrice e premio di pubblico e critica al Festival di Salerno per la migliore interpretazione femminile. Nel 2005 su RAI Uno prende parte la serie “Sospetti”, diretta da Luigi Perelli. Nel 2006, sempre per RAI Uno, gira “Gente di mare”, a cui fa seguito il film per la TV “Pompei i eri, oggi, domani”, regia di Paolo poeti, cooproduzione italo-franco-americana con a Tomas Arana e Tony Musante. Ritorna in Francia dove gira accanto a Valery Donzelli la serie TV per France 2 “Les Camarades”. Lo stesso anno, per TF1, gira “Commissaire Valence” con Nora Arnezeder e Bernand Tapie. Nel 2007 gira in Italia “L’uomo privato”, regia di Emidio Greco, menzione speciale al Festival del Cinema di Roma come migliore attrice non protagonista. Nel 2009 è la volta di “Principessa”, opera prima di Giorgio Arcelli Fontana con Piera degli Esposti e Michele Riondino. Nello stesso anno (2009) entra nel cast della seconda serie della fiction “Butta la luna” a cui fa seguito, sempre per RAI Uno, “Un caso di coscienza”. Nel 2013 ritorna in TV con la serie in quattro puntate dal titolo “Madre aiutami”, accanto a Virna Lisi e con la regia di Gianni Lepre, produzione Endemol per Rai Fiction. Parallelamente a quella cinematografica e televisiva, dopo l’esperienza del 1991 con Giorgio Strehler molto attiva è la carriera dell’attrice in campo teatrale. Tra i titoli più significativi ricordiamo “Nella Città l’inferno” di Suso Cecchi D’amico, “Pilato Sempre” di Albertazzi/Proclemer, “Le Troiane” e “Elettra” di Euripide, “Orestiade” di Eschilo, “Peccato che sia una sgualdrina” di John Ford, “La signorina Giulia” di Strindberg, “Vestire gli ignudi” di Pirandello, “Antigone” di Sofocle, “La bisbetica domata” di Shakespeare e “A piedi nudi nel Parco” di Neil Simon.

Claudio Piastra
Nato a Parma studia coi m.tri Renzo Cabassi e Enrico Tagliavini presso il Conservatorio "A. Boito" di Parma.Dall’ esordio, all' età di 14 anni, ad oggi è invitato a tenere concerti in Festivals e Rassegne internazionali in tutta Europa, Stati Uniti, Canada, America del Sud, Medio Oriente e India. Come solista ha collaborato e collabora con orchestre, direttori e solisti prestigiosi tra cui: Grande Orchestra di Stato di San Pietroburgo, Filarmonica di Bruch, Mettensis Simphony Orchestra, I Solisti del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra Sinfonica A. Toscanini, Orchestra del Teatro Regio di Parma, National Academic Great Opera Theatre della Bielorussia, Orchestra Sinfonica di Bari, MAV Orchestra di Budapest, Mitteleuropa Orchestra, J. M. Rodilla, C. Scimone, G. Neuhold, P. Csaba, M. Santorsola, P. Guarino, Szabò Quartet, A.Campori, L. Zechner, H. Soudant, G. Horsh, C. Thompson, C.F. Farncombe, D. Riondino, F. Cucchi, P. Vincenti, C. Ferrarini, C. Gonzales, A. Galanov, C. Casadei, D. Ferschmann, Georges Kiss, Nora Gismondi, Esther Van Stralen, David Watkins, Vladimir Mikulka, Carlos Bonell, Flavio Cucchi, Maxence Larieau. Si è esibito in duo col grande chitarrista venezuelano Alirio Diaz. Suona regolarmente in duo con il violinista Ilya Grubert e con il clavicembalista Georges Kiss. Numerose sono le sue apparizioni televisive, sia in Italia che all’estero, sui canali nazionali o satellitari. Altrettanto frequente è la sua presenza in trasmissioni radiofoniche in diversi paesi anche attraverso i suoi cd, una ventina di titoli pubblicati con le seguenti etichette: "Koch International-Europa Musica", Fonit Cetra, Tempus, "Mondo Musica" di Monaco di Baviera e Warner. Questi spesso sono stati accolti dalla critica in maniera entusiasta fino ad arrivare a vincere prestigiosi riconoscimenti internazionali tra cui spicca il “Globe” dell’ American Re cords Guide. Come revisore ha pubblicato una quarantina di volumi con le seguenti case edtrici: Carisch, Mnemes Casa Editrice, Suvini Zerboni, Berben. Titolare di cattedra presso l'Istituto "Achille Peri" di Reggio Emilia. Ha tenuto Corsi e Stage di perfezionamento in varie parti d'Italia e all'estero presso: Università della Musica di Montevideo in Uruguay, Accademia di Tirana, Accademia Musicale Internazionale di Assisi Music Centre di Londra, Music Schule di Bruch in Austria, Università di San Paolo in Brasile, Pearson College di Victoria in Canada, Accademia di Dijon, tiene regolarmente il corso annuale di alto perfezionamento presso l’ Accademia Tadini di Lovere (Bergamo) e quello estivo presso “SuonArte Masterclasses”. Direttore artistico dal 2011 dell’Accademia Tadini di Lovere.


Posta un commento