martedì 31 agosto 2010

Intervista con Daniel Buess dei Ensemble Phoenix Basel, prima parte


La prima domanda è sempre la stessa: come è nato il Ensemble Phoenix Basel?

L'Ensemble Phoenix Basel è stato fondato nel 1998 da Jürg Henneberger, Christoph Bösch e da me. Prima della sua nascita, più o meno gli stessi musicisti suonavano spesso insieme sotto il nome di "Ensemble of the IGNM (like ISCM) Basel" così l'idea di fondare un ensemble ben organizzato è risultata in qualche modo quasi ovvia ... piuttosto Basilea presenta una lunga tradizione per la musica contemporanea, ma non vi era nessun ensemble ben organizzato così abbiamo iniziato a sviluppare un progetto per fondare un ensemble professionalmente organizzato per rendere più facile organizzare concerti, a collaborare con managers e accanto a queste ragioni pratiche, un ensemble in grado permettere una crescita qualitativa per gli stessi musicisti che suonano regolarmente insieme.

Come ha avuto inizio il vostro interesse per il repertorio contemporaneo, e quali sono le correnti stilistiche in cui vi riconoscete maggiormente?

Parlando di me stesso, il mio interesse per la musica sperimentale è iniziato quando avevo circa 14 anni, ho suonato la prima volta i primi pezzi per percussione di John Cage pezzi con un ensemble di percussioni. Ero rimasto davvero impressionato dai suoni industriali del metallo e del pianoforte preparato così ho iniziato a appassionarmi veramente a questo genere di musica. È per questo che John Cage ha sempre esercitatao una grande influenza su di me e è una figura molto importante nella mia vita. A proposito delle correnti stilistiche e dei Phoenix: direi che non ne seguiamo nessuna, semplicemente suoniamo la musica che ci interessa, siamo sempre alla ricerca di nuovi suoni e sperimentazioni, ma non ci orientiamo verso correnti stilistiche, movimenti, scene, ecc. Ci sono anche tre persone molto individualiste, che stanno organizzando l'ensemble e scegliendo i programmi (Jürg Henneberger, Christoph Bösch e me), con tre backgrounds molto diversi per cui ciascuno di noi deve aver presente degli interessi e dell'estetica di ciascun altro, il che è non è sempre facile, ma è sicuramente interessante e penso che confrontare le nostre estetiche sia importante per la personalità e il carattere dell’ensemble.

Chi sono i compositori con cui collaborate maggiormente e come sono nati questi contatti?

Lavoriamo insieme con Alex Buess da molti anni. Ho iniziato a lavorare con lui circa nel 1996, quando abbiamo suonato il suo pezzo per due percussioni per la prima volta con il mio Duo di percussioni HOW con Daniel Stalder. Il lavoro su questo pezzo portò ad una collaborazione molto stretta. Circa due anni dopo ho suonato la batteria nel l'ultimo progetto del leggendario gruppo noise di Alex 16-17 (in origine con Knut Remond e Markus Kneubühler) e dopo 16-17 Alex e io abbiamo cominciato il nostro progetto per il duo chiamato CORTEX che è ancora attivo oggi. Con il Phoenix Ensemble abbiamo suonato molti pezzi suii, due di loro (Parallaxe A e Maxwell's Demon) sono sul Buess / Feiler / Hodgkinson-CD e uno (Ghosts of Schizophonia) è il Phoenix-Portrait-CD che è stato realizzato dalla label Svizzera Grammont. Un suo nuovo pezzo è stato presentato in anteprima il 25 Novembre a Bludenz (Austria) e in dicembre in Svizzera. Alex sta lavorando anche come produttore e tecnico del suono e di fatto la maggior parte delle nostre registrazioni, anche le registrazioni dal vivo dei nostri concerti, che saranno presto disponibili on-line attraverso la nostra personale net label "United Phoenix-Records". Maggiori informazioni sul nostro sito www.ensemble-phoenix.ch
Altri musicisti con i quali stiamo collaborando da lungo tempo sono Junghae Lee, Detlev Müller-Siemens e Franz Furrer Münch.
continua domani...
Posta un commento