lunedì 29 ottobre 2012

Recensione di diecidicembre di diecidicembre, Acustronica [AT015]




Amate la musica psichedelica? Non potete fare a meno dei Pink Floyd periodo “summer ‘68”? Vi rilassate solo ascoltando i frippertronics di Robert Fripp? Credete che l’essenza stessa della musica siano i drones?
Se oltre a tutto questo amate la chitarra questa release della netlabel Acustronica fa per voi.
diecidicembre è un buon chitarrista, forse non particolarmente innovativo ma sicuramente è uno che ha le idee chiare. Usa la sua chitarra come un pennello aggiungendo e togliendo teli di musica, layers di suoni riverberanti e scintillanti che lentamente si dilatano e si spostano nello spazio.
Difficile mantenere una attenzione focalizzata. Dopo un po’ ci si sorprende ad oscillare nell’ascolto seguendo più i suoni che si spostano qua e la, cambiano lentamente, si trasformano, migrano, tornano.
Forse nulla di nuovo sotto al sole, ma ogni tanto è bello perdersi in un mare di riverberi scintillanti.

Scaricate liberamente il disco da sito di Acustronicahttp://www.acustronica.com/albums/84-diecidicembre.html

Posta un commento