lunedì 11 febbraio 2013

Recensione di Liuto con Forza di Peter Soderberg, Phono Suecia 2010




Qualche tempo fa avevo recensito qui sul blog il bel cd di Magnus Anderrson “Chitarra con forza”, uscito nel 1988 per la Phono Suecia. Ora mi ritrovo a parlare e soprattutto ad ascoltare questo “Liuto con Forza” uscito nel 2010 sempre per la stessa etichetta discografica.
Un caso? Una coincidenza? Certo, ventidue anni non sono pochi e in termini discografici per una piccola casa discografica indipendente sono come ere geologiche, ma sicuramente si nota una certa linea di affinità tra i due dischi.
Peter Soderberg è svedese, classe 1957. Ha un curriculum eccezionale avendo studiato alla Royal College of Music e nella Schola Cantorum Basilensis negli anni ’80. Soderberg non è un “normale” musicista di formazione classica, ama improvvisare, ama rimaneggiare le musiche e rielaborale e cosa di meglio del liuto e della musica rinascimentale per esplorare queste possibilità? Da lì ad esplorare la musica contemporanea il passo è breve e Soderberg inizia a frequentare questo repertorio, a trascrivere e cosa più importante a chiedere ai compositori di prendere in considerazione la possibilità di scrivere nuovi pezzi per il liuto, un strumento da secoli legato a una rigida iconografia musicale.
Così quando si ascolta questo cd si ha una specie di shock culturale. Senti le dolci note del liuto e automaticamente la tua mente si prepara all’ascolto della musica antica mentre le orecchie vengono raggiunte dalla musica contemporanea. Un piccolo corto circuito che rende l’ascolto ancora più interessante e intenso. Molto bello e ancora più bello vedere e ascoltare queste novità, abbiamo bisogno di gente che osa e prova nuovi sentieri e strade.
Musiche di Bengt Hambraeus, Ivo Nilsson, Erik Peters, Lars Ekstrom, Ingvar Karkoff e Kent Olofsson.
Posta un commento