lunedì 18 febbraio 2013

Recensione di Nylon and Turtle di Sergi Boal, Acustronica




Se questa release di Acustronica fosse uscita in vinile o su cd sarebbe rimasta incollata al ‘piatto’ per diverse settimane, essendo distribuita unicamente in formato digitale mi devo accontentare di ascoltarla a ripetizione sul mio lettore mp3.
Sergi Boal è un chitarrista barcellonese, classe 1977, qui al suo debutto discografico, con alla base evidenti seri studi di chitarra classica e un chiaro gusto per l’improvvisazione. Due cose che mette bene a frutto in questo suo Nylon and Turtle uscito per la italiana Acustronica netlabel, etichetta on line di cui sto esplorando con sempre maggiore convinzione e piacere il nutrito catalogo che distribuisce dal suo sito: http://www.acustronica.com.
Ascoltare questo disco mi ha fatto tornare in mente un misconosciuto chitarrista brasiliano dal nome di Bola Sete. Un chitarrista semplicemente eccezionale che negli anni ’60 aveva inciso una manciata di album, alcuni ristampati piuttosto di recente tra cui il suo eccezionale Ocean Memories. Come Sete, Sergi Boal riesce a coniugare un gusto bellissimo per l’improvvisazione libera e torrenziale che caratterizzava la musica di John Fahey e Robbie Basho, con il jazz, la bossa nova e la musica classica, realizzando un disco eccezionale.
Se Sergi Boal legge questa recensione vorrei proporgli una produzione per la nostra netlabel AlchEmistica, lo aspettiamo a braccia aperte

http://www.acustronica.com/artists/104-nylonturtle.html

Posta un commento