sabato 22 febbraio 2014

CONCERTS D'HIVER 2014 - VIVALDI GUITAR TRIO Domenica 23 febbraio



DOMENICA 23 FEBBRAIO - ore 20,45
Saint-Marcel, Chiesa parrocchiale


VIVALDI GUITAR TRIO
Enrico Negro
Ignazio Viola
Mario Cosco, chitarre


PROGRAMMA

A. Vivaldi (1678-1774) Trio RV 85 

S. Rak (1945) Four Moods

O. Naslünd (1952) Trio

G. Mirto (1972) Domus de Janas 

I. Albéniz (1860-1909) Granada - Asturias


Il Trio chitarristico “A. Vivaldi” è nato nel 1992 per iniziativa di Enrico Negro, Ignazio Viola e Mario Cosco, tre musicisti torinesi, allievi della classe di Guido Margaria al Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria. Il gruppo si è imposto in breve tempo in numerosi concorsi nazionali ed internazionali, aggiudicandosi il primo premio ai Concorsi “Amadeus” di Martina Franca (1993), “Città di Ercolano” (1994), “P. Barsacchi” di Viareggio (1995), “Città di Nova Milanese” (1995) e altri. Il repertorio del Trio, in continua crescita ed evoluzione, nasce da un?attenta esplorazione del repertorio originale per tre chitarre ottocentesco e del Novecento, nonché dall?uso di riuscite trascrizioni di brani del periodo Barocco (Vivaldi su tutti) fino ad arrivare alla musica contemporanea, verso la quale la formazione ha per lungo tempo incentrato il proprio interesse.
Il Trio ha infatti direttamente collaborato con diversi autori per la creazione di nuove musiche (tra gli altri: F. Mannino, G. Ferrari, T. Procaccini, D. Zanettovich, R. Vianello, A. Basevi, R. Beltrami, G. Mirto ed altri) e realizzato due lavori discografici dedicati al repertorio originale novecentesco e contemporaneo: “Original 20th Century Works For Three Guitars” (Rainbow Classics 1996) e “Contemporanea – Autori Italiani per tre chitarre” (Lira Classica - M.a.p. 2002).
La formazione ha inoltre esplorato il repertorio popolare attraverso la collaborazione con la cantante Paola Lombardo e il nuovo progetto dell?Ensemble Leone Sinigaglia, che ripropone canti della tradizione piemontese in una veste rivisitata da compositori contemporanei. Da questo progetto è nato il cd “La crava mangia ij more” (Folkclub – Ethnosuoni 2008). Il gruppo ha realizzato in prima esecuzione assoluta numerosi lavori inediti, molti dei quali ad esso espressamente dedicati, curandone la revisione per l?edizione a stampa per diverse Case Editrici (Bèrben, Pizzicato Verlag).
Posta un commento