lunedì 23 gennaio 2012

John Zorn, Morricone e The Big Gundown, prima parte


"I kept thinking, 'I just can't do it. Morricone's music is too perfect.'" John Zorn, libretto del cd The Big Gundown

Ennio Morricone è nato a Roma il 10.11.1928. Durante la sua carriera si è cimentato in tutte le specializzazioni della composizione musicale: nella musica assoluta così come nella musica applicata, dapprima come orchestratore e direttore in campo discografico, poi come compositore per il teatro, la radio, la televisione ed il cinema. Nel 1946 consegue il diploma di tromba al Conservatorio e ottiene il primo impiego come arrangiatore per il teatro di varietà; nel 1947 viene ingaggiato come compositore di musiche per teatro; nel 1953 realizza il primo arrangiamento per una serie di trasmissioni per la radio. Nel 1954 si diploma in Composizione al Conservatorio sotto la guida di Goffredo Petrassi. I voti: diploma in tromba (7/10), strumentazione per banda (9/10) e composizione (9,50/10)
Comincia a scrivere musiche per film nel 1955, lavorando parallelamente come arrangiatore di musica leggera per diverse orchestre e per i dischi dalla RCA Italiana. Nel 1956 sposa Maria Travia e nel 1958 viene assunto dalla Rai come assistente musicale, ma si licenzia il giorno stesso non appena apprende che gli sarà preclusa ogni possibilità di carriera e che, per espressa volontà dell'allora direttore generale Filiberto Guala, era assolutamente proibita la trasmissione delle musiche composte da impiegati dell'ente radiotelevisivo pubblico. La sua carriera di compositore di musica per film ha inizio nel 1961 con Il Federale di Luciano Salce. Nel 1965 entra a far parte del Gruppo d’Improvvisazione Nuova Consonanza; nel 1984, insieme ad altri compositori fonda a Roma l'I.R.TE.M. (Istituto di Ricerca per il Teatro Musicale, a testimonianza del suo desiderio di voler farsi considerare come un autore di estrazione "colta" e non solo come il "mago delle colonne sonore". Dal 1960 Morricone ha musicato oltre 400 film lavorando con moltissimi registi italiani ed internazionali (tra questi: Sergio Leone, Gillo Pontecorvo, Pier Paolo Pasolini, Bernardo Bertolucci, Giuliano Montaldo, Lina Wertmuller, Giuseppe Tornatore, Brian De Palma, Roman Polanski, Warren Beatty, Adrian Lyne, Oliver Stone, Margarethe Von Trotta, Henry Verneuil, Pedro Almodovar, Roland Joffè). Tra I suoi film più noti ricordiamo: La Battaglia di Algeri; Sacco e Vanzetti; Cinema Paradiso; La legenda del Pianista sull’Oceano, Malena; The Untouchables, C’era una volta in America; Mission; U-Turn. La sua produzione di Musica Assoluta comprende più di 100 composizioni scritte dal 1946 ad oggi. Alcuni titoli: Concerto per orchestra 1 (1957); Frammenti di Eros (1985); Rag in Frantumi (1986); Cantata per L’Europa (1988); UT, per tromba, archi e percussioni (1991); Ombra di Lontana Presenza (1997); Voci dal Silenzio (2002); Sicilo ed altri Frammenti (2006); Vuoto di Anima Piena (2008).
Fondamentale per la sua carriera l’incontro con Sergio Leone, Morricone già aveva realizzato le colonne sonore per due westerns (Gunfight at Red Sands di Ricardo Blanco e le Pistole non ragionano di Mario Caiano) prima di venire da lui contattato nel 1964 per la colonna sonora di Per Un Pugno di Dollari. Morricone e Leone in realtà si conoscevano già, erano stati compagni di classe alle scuole elementari e Leone era stato colpito dalle prime colonne sonore di Morricone, ritenendole come nettamente differenti nell’ambito della comune routine cinematografica. In particolare era rimasto colpito dall’arrangiamento discordante della canzone popolare americana “Pastueres of Plenty” che Morricone aveva realizzato l’anno prima, vi riscontrava le stesse idee sovversive e revisioniste con cui aveva intenzione di rileggere il cliché dei film western.






continua domani
Posta un commento