domenica 20 giugno 2010

No time (at all) Magnus Andersson e Arturo Tallini in concerto 26 giugno 2010


26 giugno 2010, ore 21,00
Conservatorio di Santa Cecilia

Magnus Andersson, chitarra
Arturo Tallini, chitarra

No time (at all)
concerto di musica contemporanea per chitarra

Magnus Andersson, uno dei chitarristi più noti e attivi nella scena mondiale della musica contemporanea, fondatore della classe di chitarra ai Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt, e Arturo Tallini, assoluto protagonista nel panorama italiano di musica contemporanea per chitarra, saranno gli interpreti del concerto del prossimo 26 giugno nell'ambito della prima edizione del GuitFest, il Festival Internazionale di Chitarra del Conservatorio di Santa Cecilia.
Dall'unione di due chitarristi molto diversi - Andersson, da sempre interprete rigoroso di musiche dl taglio fortemente sperimentale, e Tallini, esecutore esperto attratto dalla spettacolarità della performance così come dall'improvvisazione - nasce l'idea di un concerto che esplora tutte le possibilità del duo contemporaneo, dalle impervie pagine di Lachenmann e Ferneyhough, alle strutture aperte di Pisati e Maderna.
Accanto a Chahack di Maurizio Pisati (composizione del 2009 espressamente dedicata a Tallini) e alla celebre Serenata per un satellite (1969) di Bruno Maderna, si inseriscono quindi due composizioni a struttura determinata come Salut für Caudwell per due chitarre (1977) del compositore tedesco Helmut Lachenmann - allievo di Luigi Nono e Karlheinz Stockhausen e tra i principali esponenti della musica concreta - e come No time (at all) per due chitarre (2004) del compositore inglese Brian Ferneyhough, idealmente scelto quale nome del concerto per il suo esplicito richiamo alla responsabilità dell'esecutore. “Nessun tempo (affatto)” sembra, al di là del titolo della composizione stessa, anche un buon manifesto per il momento politicamente difficile che sta attraversando la musica colta oggi.

PROGRAMMA
H. Lachenmann Salut für Caudwell
B. Ferneyhough No time (at all)
B. Maderna Serenata per un satellite
M. Pisati Chahack*

*scritto per A. Tallini

Magnus Andersson - svedese, ha studiato al Trinity College of Music di Londra e all'Accademia Musicale Viotti di Vercelli. Nel 1984 ha fondato la classe di chitarra nei Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt, dove ha insegnato fino al 1996. E' docente presso la Reale Accademia di Musica di Svezia a Stoccolma, è membro fondatore dell'innovativo gruppo di musica da camera Ensemble SON ed è stato direttore artistico del New Music Festival di Stoccolma fino al 2008. Tra i premi vinti, il Composers Union Interpreter Prize nel 1983 e il Kranischsteiner Prize a Darmstadt nel 1984.

Arturo Tallini - italiano, vincitore di vari premi in concorsi internazionali, tra i quali il primo premio Città di Alessandria e il terzo premio al prestigioso concorso Radio France, con conseguente ammissione all'Ecole Normale de Musique di Parigi dove ha conseguito con Alberto Ponce la License Superieur de Concertiste. Ha tenuto concerti in Europa, Africa e Stati Uniti; punto di riferimento per il repertorio contemporaneo, tra i vari dischi Tallini ha anche inciso nel 2005 il cd “Blu” con musica di Petrassi, Britten, D'Angelo, la prima incisione integrale di “Ko-Tha” di Giacinto Scelsi, un brano ai vertici del virtuosismo strumentale, e brani scritti per lui da D. Nicolau, M. Dall’Ongaro e G.V. Cresta. Dal 2007 è docente di chitarra presso il Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma.

26 giugno 2010, ore 21,00
Conservatorio di Musica Santa Cecilia
No time (at all)
Magnus Andersson, chitarra; Arturo Tallini, chitarra
GuitFest, ingresso libero
Ufficio Stampa Arturo Tallini: STEFANIA BENIGNI, 335-8436057
Posta un commento