venerdì 29 giugno 2012

Si supieras di Rubén Andrés Costanzo, seconda parte




Nel 1924 Carlos Gardel registra  La Cumparsita con le parole di Maroni-Contursi9 per la casa discografica Odeon e tornerà a registrare lo stesso brano a Barcellona, Spagna tre anni più tardi. Gardel registro altri brani di Matos Rodriguez10 non ha mai registrato La Cumparsita con le parole di  Matos, alcuni tangologi sostengo che Gardel promise a Matos Rodriguez di farlo ma la sua morte nel incidentale 1935, non gliel'ha permesso. Sapiamo quanto conta nella galassia tango tutto quello che Carlos Gardel ha inerpretato e fu destino  di La Cumparsita che la fama iniziase con un altro titolo.
Forse offeso per non essere consultato per il cambiamento nel testo o forse pentito di aver venduto a pochi soldi un tango di grande successo, Matos Rodriguez ha in mente recuperare i diritti di La Cumparsita.
Al finire della decade del '20, secondo Alonso11 Matos Rodriguez si trovava a Parigi, quando un suo amico avvocato gli dice: “Sono arrivato alla conclusione che questo tango (La Cumparsita) è di sua proprietà perché, essendo minorenne nell'anno della vendita (1917), questa circostanza invalida la vendita”, con questo argomento inizia la causa alla Ricordi (Casa Breyer di Buenos Aires), il processo durerà fino al 1948, sei anni dopo la morte del compositore ma Matos Rodriguez  ottiene parte dei diritti prima della morte..
Ma la popolarità di un brano no si ottiene con la sentenza di un giudice e per molti anni resterà il testo Si Supieras di Maroni-Contursi il preferito di tutti gli interpreti, (forse dovuto alle registrazioni di C.Gardel) e sotto l'enorme peso della fama di La Cumparsita, Matos Rodriguez non ha mai composto un altro brano di successo.
Un opera d'arte è tale perché ha una vita autonoma a prescindere dell'intensione dell'autore. Si può dire che questo è un tango nato per caso, anzi è nato senza l'intensione di essere tango, ma La Cumparsita ha molti padri, e non soltanto i musicisti e i parolieri qui citati; un altro padre ignoto e quello che aggiunse i primi quattro accordi, la prima parte nella composizione originale aveva una battuta in meno, (questo secondo i canoni dell'ortodossia tanghera) e in un momento della sua storia gli sono stati aggiunti quattro accordi che permettono riconoscere La Cumparsita  sin dall'inizio della sua esecuzione,   è anche inscindibile dal brano la “variazione” scritta per i bandoneones sulla cui paternità ci sono molti dubbi.
Si ha parlato e si parlerà ancora di questo Tango che insieme al El Choclo, Adios Muchachos e A Media Luz, condividono il podio dei tanghi più famosi al mondo ma La Cumparsita si posiziona nel primo posto, vi lascio sotto alcune versioni che potete trovare su youtube  ma alcuni tangologi sostengono che siano stati più di 900 versioni di La Cumparsita, persino Astor Piazzolla che sosteneva che fosse il “peggiore di tutti i tanghi” ne  ha  fatto quattro registrazioni, con un arrangiamento che rende il tango quasi irriconoscibile ma non ha potuto farne a meno di farle.
Nell'impenetrabile galassia Tango, le discussioni si aprono ma non si chiudono, quella su La Cumparsita è una di quelle, ho qui sulla mia scrivania diversi libri e riviste che toccano l'argomento, in molti casi le date sono contraddittorie, in altri autori osservo una difesa a oltranza della paternità del tango sia a favore di Matos Rodriguez che di Firpo ma loro non ci sono più e molti di quelli che ascoltano o ballano  La Cumparsita non hanno la minima idea di chi sia stato il suo autore.
¡°Dio me liberi dalla gloria del Marmo o del Bronzo” diceva Borges e sulla trascemdemza del tango scrisse queste parole:



Alguien le dice al tango

Yo habré muerto y seguiràs
orillando en nuestra vida
Buenos Aieres no te olvida
Tango que fuiste y seràs

Qualcuno di al tango

Io sarò morto e tu seguirai
orillando* nella nostra vita
Buenos Aires non ti dimentica
Tango che foste e sarai
*orillando non ha traduzione, la orilla significa il bordo di qualcosa nel caso della città di Buenos Aires del fiume il Riachuelo e il Rio de la Plata, nel linguaggio porteño bordo era la ubicazione dei sobborgo dove secondo la tradizione nacque il tango, l'intensione del poeta era di sintetizzare che il tango continuerà a portare l'anima del sobborgo nelle vite degli abitanti di Buenos Aires

Versioni:
La posizione dei brani in questo elenco è del tutto casuale

Carlos Gardel
http://www.youtube.com/watch?v=P0LosvoEEy8

Francisco Canaro 1952
http://www.youtube.com/watch?v=M61CRWYs_tc

Astor Piazzolla
http://www.youtube.com/watch?v=1efDrmt7XzU

Josè Basso
http://www.youtube.com/watch?v=w36dwqg9mgQ

Juan D'Airenzo
http://www.youtube.com/watch?v=LHOgQQ_D3EY

Anibal Troilo e Roberto Grela (in una telenovela suonano  La Cumparsita)
http://www.youtube.com/watch?v=vH7PiagrCKU

Mariano Mores
http://www.youtube.com/watch?v=cGwcv0yNU3Y&playnext=1&list=PL4EEC01C7C63455E1

Edmundo  Rivero
http://www.youtube.com/watch?v=9t1wm7XgPUc&playnext=1&list=PL89629A31720DC951

Horacio Salgan Ubaldo De Lio
http://www.youtube.com/watch?v=Y8Egf3lg7YU

Julio Sosa  (recitado)
http://www.youtube.com/watch?v=sv9u_77RjzA

Agusti Irusta
http://www.youtube.com/watch?v=bwgVKxDPrx8

Hugo del Carril
http://www.youtube.com/watch?v=1Lp2idSHyQo&feature=related

Carlos Di Sarli
http://www.youtube.com/watch?v=zDrmCo5LpG0

Sexteto Mayor
http://www.youtube.com/watch?v=l-buEWqL3vs

Susana Rinaldi
http://www.youtube.com/watch?v=lGI8lONUCKA

Roberto Firpo
http://www.youtube.com/watch?v=Ebh0_T-dmx8

Osvaldo Pugliese
http://www.youtube.com/watch?v=oDUvECBnJxs





Posta un commento