domenica 3 ottobre 2010

Recensione di Dizionario dei chitarristi e liutai italiani di Giacomo Parimbelli, recensione di Empedocle70



Autore: Giacomo Parimbelli
Casa editrice: Ed. Villadiseriane
Anno di edizione: 2008
Pagine: 414
Costo 20 € iva inclusa

E’ con grande piacere che sfoglio questo libro, ultima fatica del Maestro Parimbelli dedita a riportare alla luce un’opera letteraria finora disponibile solo per pochi collezionisti e di difficilissima consultazione. Questo libro infatti è la versione ristampata ed aggiornata del Dizionario stampato e divulgato nel 1937 e di cui ormai sopravvivono solo una trentina di copie in precario stato di conservazione. Edito nel 1937, a cavallo di sue guerre mondiali, il Dizionario si inserisce nella serie di grandi dizionari e libri musicali che vennero promossi all’epoca come il Diccionario de guitarristas di Domingo Pratt e il Dizionario di Musica di Della Corte e Gatti stampati rispettivamente nel 1934 e nel 1925. Scopo dell’opera era quello di fornire un primo, vero e esaustivo censimento della chitarra e liuteria italiana e relativa editoria.
Sono gli anni che non hanno ancora visto la consacrazione grazie a Segovia della chitarra come strumento “nobile” e degno di entrare nei conservatori. Eppure il Dizionario dimostra quanti interpreti potesse vantare la chitarra in italia nel primo ‘900 andando a colmare un vuoto storico e culturale tracciando una nuova geografia della chitarra individuando musiche non ancora eseguite e musicisti la cui memoria era entrata nell’oblio del tempo.
Il Dizionario è stato ristampato integralmente con vera cura filologica, mantenendo la medesima grafica (anche nella copertina) e le stesse immagini. L’aggiornamento qui integrato inizia da pag 309 e riguarda soprattutto le generazioni tra gli anni ’50 e ’70, i primi a poter disporre nelle loro mani di un Diploma di Conservatorio.
In un epoca di consultazione veloce tramite internet, Wikipedia e Cd-rom vari il Dizionario ha mantenuto la sua validità uscendo da una bolla temporale e mi auguro sinceramente che esso possa, come scrive giustamente il Maestro Parimbelli a pag. 313, “aprirsi ad un nuovo dizionario sia cartaceo che virtuale il cui Dna si trovi ancora nell’opera del 1937, senza la quale non saremmo a questo moderno concepimento.”
Un’opera indispensabile per chiunque voglia approfondire l’alfabeto musicale della chitarra sia egli un professionista o un semplice appassionato, chitarrista, liutista, mandolinista, liutaio e musicologo italiano.





In allegato il modulo per ordinare il libro direttamente al Maestro Parimbelli.

Empedocle70
Posta un commento