lunedì 13 dicembre 2010

Luigi Attademo: Biografia


Luigi Attademo, si forma sotto la guida del chitarrista e compositore Angelo Gilardino. Premiato in numerosi concorsi tra cui il prestigioso “Concours International d’Exécution Musicale” di Ginevra, ha dedicato la maggior parte della sua attività alla musica da camera e al repertorio della chitarra, benché la sua formazione musicale spazi al di là dell’ambito strumentale (tra i suoi maestri, Giovanni Guanti, Julius Kalmar, Ennio Morricone, Alessandro Solbiati, Emilia Fadini). Ha all'attivo sette registrazioni ed è attualmente impegnato nella realizzazione dell'integrale della musica di Bach per liuto.
Molti sono i progetti dedicati al teatro, tra cui i recenti Febbre di Sarah Kane (per la regia di Laura Croce, 2008) e Platero y Yo di Mario Castelnuovo-Tedesco su testi di J.R. Jimenez al fianco di Sandro Lombardi. Nel 2009 ha eseguito in prima italiana Repentance di Sofia Gubaidulina, in presenza dell'autrice. Ha dato la prima esecuzione di diverse opere di autori contemporanei, collaborando con compositori come Alessandro Solbiati, Matteo D'Amico, Mauro Cardi, Alessandro Magini, Angelo Gilardino, Thomas Reiner, Dusan Bogdanovic e sta per realizzare un progetto dedicato a Paganini e la musica italiana contemporanea che debutterà a Berlino. Nel 2010 è stato invitato a tenere lecture e recital alla Royal Academy of Music di Londra e alla Melbourne University e ala Monash University.

Dedica la maggior parte della sua attività alla musica da camera suonando in duo con musicisti quali Fabio Bagnoli, Francesco Dillon, Francesco Gesualdi, Stefano Parrino, Cristiano Rossi e con il Quartetto di Cremona, l'Orchestra da Camera Fiorentina, i Solisti del Maggio Musicale. Ha dato la prima esecuzione di diverse opere di autori contemporanei, collaborando con compositori come Alessandro Solbiati, Matteo D'Amico, Mauro Cardi, Alessandro Magini. Nel 2009 ha eseguito in prima italiana Repentance di Sofia Gubaidulina, in presenza dell'autrice e ha partecipato alla prima dell'opera di Matteo D'Amico Patto di sangue per la stagione del Maggio Musicale Fiorentino.

Molti sono i progetti dedicati al teatro, tra cui i recenti Febbre di Sarah Kane (per la regia di Laura Croce, 2008) e Platero y Yo di Mario Castelnuovo-Tedesco su testi di J.R. Jimenez al fianco di Sandro Lombardi. Si è occupato della scrittura e della sonorizzazione di vari spettacoli, tra cui "La notte della Tenebra" con Alessandro Averone per la regia di Laura Croce e "Virdzina" della compagnia Murmuris di Firenze. Nel 2004 ha partecipato alla realizzazione della sonorizzazione del Museo del Tesoro del Duomo di Vercelli nel progetto Gemini:Muse del GAI di Torino.

Congiuntamente all'attività musicale si occupa dei problemi relativi alla formazione e alla musicologia (Revue Musicale Suisse, il Fronimo, Il Giornale della Musica). Nell’ottobre del 2002, ha inoltre curato la catalogazione dei manoscritti presso l’Archivio della “Fondazione Andrés Segovia” di Linares (Spagna), rinvenendo opere sconosciute di autori come Tansman, Pahissa, Cassadò ecc. e pubblicando il catalogo nella rivista spagnola “La Roseta” (2008). Collabora con l'Istituto Franci di Siena e insegna presso l'Istituto Donizetti di Bergamo; è chiamato periodicamente dai Conservatori di Ginevra e Losanna in qualità di esperto esterno.

Con l'Associazione Nuovi Eventi Musicali di Firenze dal 2007 al 2009, ha promosso vari progetti, come l'omaggio a Mauricio Kagel e a Sofia Gubaidulina, il convegno su Andrés Segovia, la rassegna per l'anniversario di Domenico Scarlatti.
E' socio dell'associazione Musica Articolo 9 e da due anni partecipa attivamente al progetto, ideato da Gian Andrea Lodovici e Roberto Prosseda, "Donatori di Musica" dell'Ospedale di Carrara.
Posta un commento