giovedì 24 marzo 2011

UN PIANOFORTE RICOPERTO DI FIORI. GIANCARLO CARDINI AL BENEDETTO MARCELLO

UN PIANOFORTE RICOPERTO DI FIORI. GIANCARLO CARDINI AL BENEDETTO MARCELLO

Ci sono artisti che riescono a far dialogare mondi apparentemente lontanissimi: un mazzo di gladioli con una tastiera di pianoforte, un giocattolo sonoro per bambini con processi compositivi di precisione millimetrica. Il pianista e compositore Giancarlo Cardini è uno di questi: in molti lo conoscono per un suo leggendario video (cliccatissimo su Youtube) mentre al Concerto per Demetrio Stratos a Milano nel 1979 interpreta come in un raptus il Solfeggio parlante di Castaldi di fronte a migliaia di persone in delirio. Altre sue opere, soprattutto quelle nate negli anni '70, sono invece meno frequentate dai gruppi di musica contemporanea. Per questo motivo Collettivo Rituale, la formazione creata all'interno del Benedetto Marcello da Riccardo Vaglini e da alcuni anni attiva nel riscoprire e riproporre il repertorio della performance degli anni '60 e '70, ha coinvolto gli studenti della classe di composizione e altri performers aggiunti per rappresentare a Venezia due opere di Cardini particolarmente legate all'idea estatica e ipnotica di natura: la prima, basata su una poesia di Robert Frost (O quieta e dolce mattina di ottobre), di tipo più tradizionale, l'altra meno facilmente classificabile, a metà tra teatro, performance, musica, pantomima (Neo-Haiku Suite). La presenza dell'autore, i suoi consigli e le sue note di regia costituiranno inoltre un'occasione unica per gli studenti del conservatorio e per il pubblico degli appassionati per vivere da vicino un'esperienza artistica di rara autenticità e rigore formale.

Portrait Cardini
Giancarlo Cardini (1940-), O quieta e dolce mattina d'ottobre. Una poesia di Robert Frost per voce recitante, pianoforte e percussioni, 1990
Giancarlo Cardini, Neo-Haiku Suite per pianoforte, fiori, luci, oggetti e due esecutori, 1970-79

Collettivo Rituale

in O quieta e dolce mattina d’ottobre: Eleonora Costanza voce recitante, Jozef Pjetri pianoforte, Alessio Rossato percussioni

in Neo Haiku Suite: Lucas Carl Christ e Edoardo Micheli officianti, Danilo Abiti, Alessandro Baglioni, Nicoletta Bencini, Eleonora Costanza, Federico Costanza, Alba Dal Collo, Michele Del Prete, Daniele Locatelli, Edoardo Micheli, Riccardo Pes, Jozef Pjetri, Teresa Rizzoli, Orsola Rosa Salva, Alessio Rossato, Gianantonio Rossi, Daniele Sandri, Samuele Scarpa, Sara Tozzato, Riccardo Vaglini, Francesco Zorzini, Luca Zuliani performers

Regia di Riccardo Vaglini

Venerdì 25 marzo ore 18.00, Venezia, Sala Concerti di Palazzo Pisani
Ingresso libero su invito da ritirarsi in portineria. Infotel: 041-5225604

Collettivo Rituale torna sabato 9 aprile 2011 a Venezia in Sala Concerti di Palazzo Pisani con L’arto (l’Arte) fantasma. Affabulazione-concerto di e con Michele Del Prete e Carl Lucas Christ. Produzione Kairòs per Camino Contro Corrente 2010. www.wix.com/collettivorituale/home
Posta un commento